Evita

Evita il musical di Tim Rice e di Andrew Lloyd Webber è giunto in Italia per la prima volta nell’edizione originale inglese, prodotta da Bill Kenwright, una firma molto prestigiosa, in collaborazione con The Really Useful Group e Great Leap Forward, nell’estate del 2010.

Un cast di oltre venti interpreti, un’orchestra dal vivo di dieci elementi, un allestimento accuratissimo, e soprattutto la musica meravigliosa di Andrew Lloyd Webber, i testi pieni di poesia ma anche di critica acutezza di Tim Rice, una coppia d’autori che rappresenta il top nel mondo del musical… un vero capolavoro del repertorio, portato in scena in un allestimento, che è stato molto apprezzato dalla critica britannica.

Evita è forse il più celebre esempio di un filone piuttosto curioso del musical, che si interessa alla vita di personaggi storici, spesso tratteggiati, come in questo caso, con sguardo sagacemente critico.
Messo in scena per la prima volta in un teatro del West End londinese nel 1978, Evita divenne subito un caso, un successo destinato a espandersi fino a Broadway e a contagiare il mondo del cinema (ricordiamo il film del 1996 con Madonna nel ruolo del titolo e Antonio Banderas in quello del Che). Merito del libretto ma anche della colonna sonora in cui si succedono alcuni fra i più memorabili brani della storia del musical: da High Fliyng Adored ad Another Suitcase in Another Hall, da She is a Diamond a You Must Love Me (scritta da Webber per il film e aggiunta da allora alla partitura del musical) e all’indimenticabile Don’t Cry for Me Argentina.

Al centro del musical è il personaggio di Eva Duarte Peron, una donna nata dal nulla e divenuta un’icona del Novecento, capace di conquistare tutto il mondo e ad effondere il suo fascino molti decenni oltre la sua morte, avvenuta nel 1952, appena trentatreenne e all’apice della sua parabola politica e di vita. Nata poverissima, Evita è divenuta la prima donna d’Argentina, grazie a un affascinante mix di carisma, coraggio, spregiudicatezza, intelligenza, eleganza, prontezza… Approdata dal piccolo paese natale alla carriera d’attrice a Buenos Aires, incontrò Juan Peron, allora colonnello con un importante ruolo nel regime militare, e nel 1944 iniziò con lui una relazione sentimentale.
Il resto è storia ed è musical: dal sostegno al suo uomo nel periodo dell’arresto alla vicinanza con i descamisados, dal matrimonio con Peron alla vittoria elettorale di lui, dal “tour” in Europa come first lady argentina alla battaglia per i poveri e per il voto alle donne, fino allo straziante addio al suo popolo dal balcone della Casa Rosada: Don’t cry for me, Argentina…

Lungi dall’essere meramente celebrativo, il musical di Webber e Rice ritrae Evita attraverso lo sguardo di Che Guevara, sarcastico, più che ammirato. È lui a ricostruirne la vicenda in un lungo flashback che parte dal funerale e tocca tutti i momenti più significativi della sua vita.

Impeccabile per esperienza e professionalità il cast diretto da Bob Tomson e Kenwright: in particolare Abigail Jaye (Evita), Mark Powell (il Che) e Mark Hennehan (Juan Peron).

Una particolarità di questa produzione di Evita è che ha coinvolto in ogni città alcune comparse e un coro di bambini selezionati sul luogo, che sono entrati a far parte a tutti gli effetti del cast, avendo intonato nella scena del funerale il brano Santa Evita e avendo preso poi parte a diversi momenti del musical in veste di comparse.

Il Cast
Abigail Jaye – Eva
Mark Powell – Che
Mark Heenehan – Peron
Abigail Matthews – Mistress
Stephen Carlile – Magaldi
Natalie Langston – Eva in alcuni spettacoli

L’Ensemble
Emma Barr, Errol Clayton, Craig Deuchar, Anouska Eaton, James Gant, Andrew Gordon-Watkins, Christopher D Hunt, Natalie Moore-Williams, Christopher Palmer, Jessica Parker, Sasha Ransley, Rebecca Reynolds, Daniel Sharpe, Callum Train, Anthony Williamson, Matt Wilman

Il Team creativo
Tim Rice – Lyricist
Andrew Lloyd Webber  – Composer
Bob Tomson & Bill Kenwright  – Directors
David Steadman – Musical Director and Arranger
Matthew Wright – Designer
Bill Deamer – Choreographer
Mark Howett – Lighting Designer
Ben Harrison – Sound Designer
Andrew Lloyd Webber & Andrew Cullen – Orchestrations

I Musicisti
David Steadman (Musical Director), Andrew Corcoran (Conductor/Assistant Musical Director/Keys 1), Mike Steel (Keys 2), Moira Hartley (Keys 3/Accordion), Tom Green (Guitars), David Brown (Double Bass/bass Guitar), James Davies (Trumpet/Flugel), Chris Cole (Trombones), Jon Hooper (Drums), James Wycherley (Percussion).

Lo Staff
Mark Wilkinson (Company Stage Manager), James-Paul Hayden (Deputy Stage Manager), Markus Zeibek (Technical Stage Manager), Katy Keggie (Assistant Stage Manager / Book Cover), Lindsey Milligan (Technical Assistant Stage Manager), David Beckham (Head of Sound), Andrew Flugel (Deputy Sound), Nick Hollingdale (Head of Lighting), David Ayton (Technical Swing), Lindsey Bowen (Head of Wigs), Elise Bailer (Deputy Head of Wigs), Helen Russel (Wigs Assistant), Amanda Heatley (Head of Wardrobe), Lynsey Baker (Deputy Head of Wardrobe), Sarah Becs (Wardrobe Assistant), Anouska Eaton and Daniel Sharpe (Dance Captains).

Lo spettacolo è stato recitato in lingua originale (inglese) con sopratitoli in italiano.

“Non c’è mai stato un Musical così drammaticamente eccitante come EVITA” (Time Out)

Programmi

Video

video video video video video video video video video video video video video

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy