Sona Jobarteh

Sona Jobarteh è una cantante, compositrice e straordinaria virtuosa di Kora (arpa africana a 21 corde) proveniente da una nota famiglia di Griot di etnia mandinka del golfo di Guinea, West Africa. Come polistrumentista, cantante, compositrice e produttrice Sona è tra le grandi donne d’Africa che si sono riuscite a rompere la tradizione patriarcale che impediva alle donne di suonare gli strumenti musicali, storicamente prerogativa strettamente maschile.
Nipote di Amadu Bansang Jobarteh, uno dei più importanti maestri Griot della sua generazione, ma anche cugina di un ancor più popolare virtuoso dello stesso strumento, Toumani Diabate, Sona è nata a Londra nel 1983, in una famiglia di grandi tradizioni musicali che ha sempre mantenuto strettissimi legami con il paese d’origine. In Gran Bretagna ha completato gli studi classici in violoncello, arpa e pianoforte al Royal College of Music e in composizione alla Purcell School of Music, suonando con le più importanti formazioni classiche inglesi e cimentandosi anche nell’improvvisazione jazz.
La sua fama internazionale è decollata dopo la composizione della colonna sonora del bellissimo docu-film sull’Africa, Motherland, uscito nel 2010, ma è il secondo lavoro discografico, Fasiya, a consacrare Sona Jobarteh come una delle musiciste africane più originali e interessanti della nuova generazione. L’ultimo album, Gambia, dedicato alla sua amatissima terra di origine, prosegue l’evoluzione del suo stile, una miscela irresistibile di musica tradizionale, blues e afropop.
La dedizione di Sona alla diffusione di potenti messaggi umanitari attraverso la sua musica e i suoi concerti, la rende più che “solo” una musicista; è impegnata in prima persona nel cambiamento sociale e questi sforzi includono la fondazione della Gambia Academy, la prima accademia culturale del Gambia, e la partecipazione ad eventi di alto profilo in tutto il mondo, inclusi i summit delle Nazioni Unite e dell’UNICEF.
La portata del suo riconoscimento internazionale oggi è evidenziato da oltre 10 milioni di visualizzazioni su YouTube e un numero considerevole su altre piattaforme digitali.

Stili: World, afropop, jazz – Provenienza: West Africa

SPOTIFYVIDEO

**booking in collaborazione con Provo Culture

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy