Kibbutz Contemporary Dance Company

Fondata nel 1973 da Yehudit Arnon, la Kibbutz Contemporary Dance Company (KCDC) è una delle più importanti compagnie israeliane di danza contemporanea e tra le più prestigiose a livello internazionale. L’eclettico gruppo di danzatori, dall’eccellente tecnica e dalla spiccata fisicità, caratterizza l’intenso linguaggio espressivo della compagnia e l’originale cifra coreografica dell’iconico direttore artistico, Rami Be’er, è diventata il marchio distintivo della KCDC, molto apprezzata e richiesta dai più importanti Teatri e Festival in tutto il mondo. La suggestiva sede della compagnia è presso l’International Dance Village a Ga’aton nella Galilea occidentale, che ospita anche la Second o Youth Company (KCDC 2), nata nel 1994 con l’intento di creare una seconda compagnia “giovanile” per coltivare i futuri talenti della compagnia principale e al tempo stesso per portare la danza contemporanea davanti al pubblico più giovane.

The committed performance of the cast and the purity of the choreography will win you over!” – The New York Times

Asylum (creazione 2018)

In questo lavoro, Rami Be’er tocca alcuni dei temi più scottanti della società contemporanea: la questione dei rifugiati e il destino dei richiedenti asilo. Affrontando la questione da un punto di vista esistenziale, sollevando domande che esaminano concetti fondamentali come quelli di patria, identità, appartenenza, estraneità, nostalgia. Secondo Be’er, queste sono tematiche rilevanti per ciascuno di noi, perché la condizione di rifugiato è un’esperienza esistenziale ed è parte della nostra ricerca di un’identità e di una casa.

An extraordinary composition of a seasoned artist and a master in composition. The technical level of the company is exceptional!” -Ruth Eshel

A Good Citizen (creazione 2019)

“I came into the world on the 3rd of October 1957.
I was brought up in Kibbutz Ga’aton.
I went properly to school.
As to gender, I’m a man.
Concerning class,
I come from a good family.
My name is Rami Be’er
and I am a good citizen.”

360°

Creato da Rami Be’er per la Second Company, 360° è uno spettacolo che prevede momenti di interazione tra danzatori e pubblico, cifra che si riscontra spesso in molti lavori di coreografi israeliani. Un’esperienza di danza totale e di grande energia, che caratterizza il dialogo teatrale tra il linguaggio unico della Kibbutz Contemporary Dance Company e il pubblico. Il titolo dell’opera, fa anche riferimento al totale coinvolgimento a cui incita la danza vigorosa immaginata da Rami Be’er.

Video

video video video video video video video video video video video video video

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy