Diavolo

La Compagnia è stata fondata nel 1992 da Jacques Heim, coreografo di uno degli spettacoli di maggior successo de Le Cirque du Soleil, KÀ, diretto da Robert Lepage. Fin dalle prime creazioni, Heim definisce chiaramente un suo stile che sarà il “marchio” originale della Compagnia: estetica coreografica contemporanea, tensione acrobatica del movimento e uso coreografico dei materiali di scena (ruote, scale, porte, pareti da climbing…).Il lavoro di Heim combina tra loro diverse influenze, dalla street dance parigina (da cui egli stesso proviene), alla physical dance degli americani Streb e Pilobolus, al cinema hollywoodiano, la pittura surrealista  (in particolare di René Magritte), la spettacolarità del Cirque du Soleil e l’immaginario della quotidianità, per dare vita a rappresentazioni interdisciplinari che, attraverso la mediazione del linguaggio teatrale, “esaminano il rapporto ad un tempo divertente e drammatico dell’individuo con il suo ambiente”. Si può dire che Diavolo ha ridefinito la danza in rapporto allo spazio scenico, per un pubblico moderno che vuole vivere a teatro le stesse forti emozioni che lo spettacolo cinematografico riesce a suscitare. Questa combinazione originale, ha fruttato alla formazione californiana un crescendo di consensi a livello internazionale e il riconoscimento di Heim tra i coreografi più promettenti degli ultimi anni con continue nuove commissioni da parte di compagnie prestigiose come il Cirque du Soleil o da parte di grandi istituzioni come la Los Angeles Philarmonic Orchestra diretta da Esa Pekka Salonen che ha commissionato a Heim la coreografia di ‘Foreign Bodies’ (composta dallo stesso Salonen), che ha debuttato nel settembre 2007 all’Hollywood Bowl.

Il nostro lavoro non è definibile nè inquadrabile come modern dance. E’ un mix di atletismo e acrobazia, physical dance e movimenti quotidiani, una nuova forma di “teatro di movimento”. Non ha intento narrativo, ma è astratto, viscerale, corporeo. E’ diretto ad un pubblico moderno, che ama nuove forme di movimento e gli lascia piena libertà di usare la propria immaginazione e creare la propria storia”. Jacques Heim

Biografia

I membri della compagnia Diavolo sono ballerini, ginnasti, attori, atleti… e sempre compagni di squadra. Sotto la guida del direttore artistico Jacques Heim, cooperano per sviluppare rappresentazioni su strutture e scenografie surreali e sovradimensionate. Oggetti della vita di tutti i giorni (porte, sedie, scale…) fungono da sfondo per il movimento artistico – salti, voli, piroette – per creare metafore che mettono in discussione i rapporti umani, le assurdità della vita e la lotta per la preservazione della nostra umanità in un mondo fatto di tecnologia. Diavolo è stato fondato nel 1992, a Los Angeles, dal Direttore Artistico Jacques Heim. Nel 1993, la compagnia ha ricevuto due nomination ai Lester Horton Awards di Los Angeles. Nel 1995, Diavolo ha debuttato in Europa all’Edinburgh Fringe Festival; in questa occasione, è stato definito “Il Meglio del Festival” dal London Independent ed è stato la “Scelta dei Critici” del Guardian. Sempre nel 1995, la compagnia ha ricevuto tre Lester Horton Awards per l’opera Tete en L’Air. Da allora, la compagnia ha ricevuto molte nomination per vari premi e, tra gli altri, ha vinto quattro Lester Horton Awards nel 2001 e due Lester Horton Awards nel 2004. Hanno anche avuto l’onore di esibirsi dal vivo alla decima edizione degli American Choreography Awards nel 2004. Nel 1998, la compagnia ha dato inizio alla serie di spettacoli presso il nuovo Getty Center Museum di Los Angeles. Il 1999 ha visto la nascita del primo vero e proprio spettacolo teatrale di Diavolo: Catapult, che ha anche coinciso con la sua prima tournée nordamericana. Durante l’estate del 2001, Diavolo ha invitato a Los Angeles Jelon Viera, direttore artistico di DanceBrazil e di Capoeria Foundation, per tenere un laboratorio intensivo di Capoeria con la compagnia. Nella primavera del 2002, Diavolo ha creato una seconda compagnia più piccola, per uno spettacolo in stile cabaret andato in scena per otto settimane al New Shinagawa Prince Hotel di Tokyo, Giappone. Diavolo si è trasferito in uno studio di circa 200 m² nel luglio 2002, nel cuore di Los Angeles, presso il Brewery Arts Complex. Questo edificio è la residenza ufficiale di Diavolo dal 2002. Recentemente è anche stato acquistato un magazzino per ospitare il Diavolo DanceLab, una sorta di incubatrice per le compagnie di danza moderna di Los Angeles. Patrocinato dall’Alva’s Dance Studio Builders (www.alvas.com), il Diavolo DanceLab sostiene gli artisti fornendo spazi per le prove e per le esibizioni; inoltre ospita, a costi ridotti, gli uffici amministrativi delle compagnie residenti. Il reparto commerciale della compagnia (Diavolo Creative Productions) ha anche realizzato spettacoli ed eventi speciali per autorevoli società quali Wells Fargo Bank, Honda, Sebastian Inc. e General Motors. Dato il modo insolito e innovativo in cui Diavolo lavora con le strutture architettoniche, il team creativo del Cirque du Soleil ha chiesto a Jacques Heim di comporre le coreografie per lo spettacolo “Ka”, presentato nel febbraio 2005. Nel 2007, la Los Angeles Philharmonic ha chiesto a Diavolo di realizzare una performance sulle musiche di “Foreign Bodies” del direttore musicale Esa-Pekka Salonen. Il Los Angeles Times ha definito questa esecuzione – presentata all’Hollywood Bowl - “uno di quei rari eventi che contraddistinguono l’arte di questa città, quando sia l’immagine visiva che l’esecuzione incarnano la perfezione”. Diavolo è conosciuto a livello internazionale e si è esibito in Scozia, Giappone, Cile, Messico, Canada, Italia e Corea del Sud.

Programmi

Video

video video video video video video video video video video video video video

Stampa

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy