Cie Ifunamboli

Fabio Crestale fa parte di quei coreografi italiani più conosciuti all’estero che nel proprio Paese. Trasferitosi a Parigi nel 2007, fonda qui la sua compagnia per la quale ha composto sino ad oggi dodici lavori ed ottenuto numerosi riconoscimenti.

DE HOMINE

L’ultima creazione, De Homine, afferma il tono risolutamente teatrale dello stile di Crestale. Quattro danzatori occupano una scena di cui solo il curatissimo disegno luci ne definisce lo spazio. Velocemente uno di loro, perché differente, perché più sensibile, forse più fragile, diventa la vittima degli altri tre. La tematica è quella dell’omofobia e della sua denuncia. Il paragone con Enter Achilles di Lloyd Newson per DV8 viene naturale: stessa tematica, stessa intelligenza del gesto, stessa comprensione drammaturgica. Aggressione e violenza si fanno manifesti ma Crestale, che ha fatto sua la lezione di Mats Ek con il quale ha collaborato, evita la dispersione caotica, economizza i movimenti e inietta una dose di espressività che colpisce nel segno. De Homine è un lavoro di grande forza che conferma la maturità di Crestale e del suo gruppo di eccellenti danzatori.

PETITES PIÈCES

Segna la collaborazione della Cie IFunamboli con l’Opéra de Paris. Il programma è composto da tanti “petites pièces”, appunto, che Crestale ha composto tra il 2011 ed oggi. In scena, oltre ai 5 ballerini, anche 2 musicisti membri dell’Orchestra dell’Opéra de Paris. Il cast vede la partecipazione di alcuni danzatori dell’Opéra de Paris.

Video

video video video video video video video video video video video video video

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy