Alexander Whitley Dance Company

ALEXANDER WHITLEY

Considerato uno dei coreografi più interessanti del panorama inglese, con la compagnia che porta il suo nome ha intrapreso un percorso fatto di innovazione e cura, musicalità e impatto visivo. Nelle sue creazioni si avvale del costante e prezioso supporto di artisti leader nel campo del design digitale e della tecnologia, per offrire al pubblico performance i dal forte impatto visivo e sensoriale.

Alexander Whitley è New Wave Associate del Saddler’s Wells di Londra. E’ Artist Fellow alla Queen May University di Londra e tutor di Design for Performance and Interaction Masters programme allaBartlett School of Architecture, UCL. Ha creato lavori per alcune delle più importanti compagnie inglesi fra cui Royal Ballet, Rambert, Balletboyz, Candoco e Birmingham Royal Ballet.

8 MINUTES 

Per raggiungere la Terra la luce del Sole attraversa 149.600.000 chilometri impiegando 8 minuti. Cosa accade in questo breve e lunghissimo viaggio? Stimolato dal confronto con gli scienziati del STFC RAL Space, istituto per la ricerca spaziale, Alexander Whitely compie un’indagine sull’influenza della luce sulla vita umana. Attraverso il gesto danzato, le immagini, la musica, 8 M:INUTES racconta la meraviglia dell’uomo colto nell’atto di comprendere il Sole, di immaginare la sua luce in viaggio per colmare il vuoto e il silenzio che ci separano da esso.

OVERFLOW

Overflow getta lo sguardo sull’imponente massa di informazioni che si possiamo ricevere in seguito alla diffusione di internet, dei sistemi analitici denominati ‘big data’ ( così si definisce la raccolta di dati informativi così estesa in termini di volume, velocità e varietà da richiedere tecnologie e metodi analitici specifici per l’estrazione di valore o conoscenza) e dei social network. Iper stimolate dal flusso di dati personalizzati attraverso specifici algoritmi, sempre più dipendenti dai “like” diventati veri e propri misuratori della propria autostima, le emozioni sono state sostituite da impulsi puramente consumistici, in cui le esperienze di frantumano in brevi intervalli schizofrenici e nervosi. Overflow vuole creare una connessione fra le tensioni e le stranezze di questa nuova vita di cui i media e la comunicazione sono i nuovi paradigmi.  La relazione fra i performers e la scultura di luce semovente creata dai Children of the Light è un elemento chiave di questo spettacolo. Una barra LED di 5 metri si muove nel palcoscenico, creando spazi, energia ed ambienti in cui i sei danzatori si muovono e agiscono per rappresentare i diversi modo in cui interagiamo con i diversi dispositivi che utilizziamo. La barra LED ha inoltre lo scopo di creare un ambiente immaginario, illusorio, spettacolare, rappresentando così a pieno la propensione che la tecnologia ha verso la seduzione e l’illusione.

Video

video video video video video video video video video video video video video

Foto

Sito internet

Advanced responsive facebook likebox

Privacy Policy